Anagrafe canina

Condividi questo articolo su...

Anagrafe Canina Nazionale

Anagrafe Canina Lazio

ISCRIZIONI E VARIAZIONI NELL’ANAGRAFE CANINA
Chi detiene un cane ha l’obbligo di identificarlo con microchip e
iscriverlo all’anagrafe canina. L’iscrizione degli animali deve essere
effettuata entro i due mesi di vita o comunque entro trenta giorni dal
possesso se l’animale ha più di due mesi. Al cane viene applicato un
microchip, che consente anche – attraverso un lettore – di rintracciare
immediatamente il proprietario di un cane smarrito. E’ possibile fare
l’iscrizione presso la ASL o presso un veterinario accreditato.

Come, dove e perché iscrivere un animale
Si possono iscrivere nell’anagrafe regionale cani, gatti e furetti. Per i cani
microchip e iscrizione sono obbligatori per legge (L.281/1991, L.R.
34/1997, DGR 621/2016) mentre gatti e furetti possono essere iscritti su
richiesta volontaria del proprietario. È però obbligatoria in caso di fini
commerciali.
Chi iscrive un animale a proprio nome deve necessariamente essere
maggiorenne. Nella banca dati della anagrafe canina sono inseriti il codice
contenuto nel microchip ed i dati del proprietario. Successivamente
dovranno essere inserite in anagrafe tutte le variazioni riguardanti
l’animale, come variazioni di residenza, passaggi di proprietà, decesso.
Per il proprietario è obbligatorio formalizzare queste variazioni per
garantire la tracciabilità dell’animale e individuarne in tempo reale il
detentore/responsabile.
Sono previste sanzioni per la mancata iscrizione degli animali, così come
per la mancata trascrizione delle variazioni.
L’iscrizione in anagrafe può essere fatta in qualunque ASL del Lazio. Il
costo per l’applicazione del microchip e l’iscrizione presso la ASL è di €
28. È possibile rivolgersi anche ai liberi professionisti accreditati presso la
Regione Lazio. In questo caso è previsto il pagamento di € 8 alla ASL,
secondo le modalità indicate in allegato per le diverse ASL. Il veterinario
stesso provvederà contestualmente all’iscrizione in anagrafe.
In caso di cani acquistati con microchip e/o passaporto straniero è
necessario produrre la certificazione attestante l’acquisto.
Chi non iscrive il proprio cane in Anagrafe canina entro 60 giorni dalla
nascita o entro 30 giorni dal possesso è passibile della sanzione di € 51,65
per la violazione dell’art. 12 della Legge Regione Lazio 34/97.

Passaggio di proprietà
Se il cane viene ceduto ad altra persona è obbligatorio registrare il
passaggio di proprietà. Se questo non viene fatto il primo proprietario
risulterà sempre responsabile dell’animale. Per il passaggio di proprietà il
cedente e il nuovo proprietario, presso una qualunque ASL, possono
dichiarare la cessione compilando e firmando un modello disponibile
presso le ASL e scaricabile da questa pagina, portando documento
identità, codice fiscale e attestato di pagamento alla ASL di € 8. È
possibile fare l’operazione anche con la sola presenza di uno solo dei
contraenti (vecchio o nuovo proprietario) purché chi richiede la variazione
esibisca il modello di cessione firmato anche da chi non è presente, copia
del suo documento e codice fiscale e regolare delega. Contestualmente la
Il sito utilizza cookie. Continuando la navigazione ne accetti l’utilizzo. Leggi l’informativa cookie completa Accetta e chiudi
ASL procede alla re-iscrizione del cane a nome del nuovo proprietario
nella sua ASL di appartenenza. Nel caso il nuovo proprietario sia
residente in altra Regione o comunque trasferisca il cane in un domicilio
fuori della Regione Lazio è tenuto a recarsi presso la ASL della Regione
in cui è trasferito il cane per la re-iscrizione dell’animale entro 15 giorni.
La ASL del Lazio da cui proviene l’animale segnala alla ASL di
destinazione il trasferimento.

Variazioni di residenza o domicilio
Ai fini della tracciabilità degli animali dovranno essere registrate in
anagrafe variazioni di residenza o domicilio. Se il trasferimento avviene
all’interno della Regione Lazio, il proprietario dovrà recarsi, nel termine
di 15 giorni, presso l’anagrafe canina della ASL (a scelta quella da cui
proviene o quella della nuova residenza/domicilio) con la ricevuta del
versamento di € 8 (a favore della ASL cui si chiede il servizio) documento
attestante il nuovo indirizzo o autocertificazione del nuovo domicilio,
modello di denuncia disponibile presso gli sportelli della ASL e
scaricabile da questa pagina.
In anagrafe è inserito anche il luogo in cui è custodito il cane, che non
necessariamente coincide con la residenza del proprietario. In questo caso,
se tale luogo di detenzione cambia, deve essere registrato in anagrafe il
cambiamento, anche se non muta la residenza fiscale del proprietario.
Infine, è consentito inserire in anagrafe anche i dati della persona cui il
proprietario decide di affidare per un periodo temporaneo il proprio cane.
La registrazione annota nominativo del detentore e indirizzo.

Smarrimento del cane
In caso di smarrimento del cane, il proprietario è tenuto a denunciarlo
tempestivamente alle Autorità (Carabinieri, Polizia di Stato, Polizia
municipale).
La denuncia dovrà essere presentata alla ASL in cui è iscritto il cane,
insieme al modello disponibile agli sportelli e scaricabile da questa
pagina, documento e codice fiscale del proprietario, entro 15 giorni
dall’evento.

Il decesso
Anche il decesso del cane deve essere denunciato alla ASL in cui è iscritto
l’animale per la sua cancellazione. Occorre utilizzare il modello
disponibile presso lo sportello e scaricabile da questa pagina, e portare
documento e codice fiscale del proprietario, possibilmente il certificato di
morte redatto da un veterinario.

L’anagrafe on line
Collegandosi al sito https://prevenzione.regione.lazio.it è possibile
effettuare una prima registrazione (Clicca su Registrati) con la quale si
accede con il profilo base di cittadino.
Le credenziali, che saranno consegnate via e-mail dopo avere eseguito on
line i passaggi descritti sul portale e allegati i documenti richiesti,
consentono, relativamente all’anagrafe canina, di visualizzare tutte le
informazioni riguardanti il proprio animale e che sono state registrate in
anagrafe (variazioni di residenza, di proprietà, vaccinazioni ecc.).
Una volta effettuata la registrazione come profilo base è possibile
richiedere un nuovo profilo più specifico (nel menu a sinistra “Richiedi
nuovo profilo”), cui corrispondono diversi livelli di autorizzazione:
operatori ASL, veterinari accreditati, altri enti pubblici e organi di polizia
e di controllo, come le guardie zoofile prefettizie.
La procedura è sempre on line entrando sul portale da “Accedi”.

Altre informazioni sul sito del ministero

Call Now ButtonChiamaci